Romanian Food

Mangiare rumeno quali piatti?

Per mangiare rumeno come si deve è necessario conoscere a fondo le radici e le abitudini culinarie tipiche di questo paese che, a differenza di molti altri, propone una serie di piatti ricercati e gustosi, apprezzati anche all'estero in modo incredibile. Questa particolare cucina propone gusti marcati e saporiti, che derivano prima di tutto dal miscuglio di influenze derivanti da paesi quali:

  • quelli balcanici;
  • quelli ungheresi;
  • e quelli tedeschi.
Trovandosi in Romania, il pranzo o la cena standard si compone dell'antipasto (di solito composto da carne, verdure o formaggi) del primo (le minestre vanno per la maggiore), del secondo (di pesce o di carne e verdure) e, molto spesso, anche del dessert, che serve a concludere il pasto lasciando in bocca un sapore più dolce e gradevole.

Ma passiamo alla rassegna delle singole portate, cercando di fornirne una descrizione più o meno dettagliata. Per quanto riguarda le minestre ci sono quelle più acide e le classiche zuppe, che differiscono sia per l'utilizzo di ingredienti diversi che per il sapore percepibile fin dal primo cucchiaio.

La carne, punto cardine di questa cucina, è prevalentemente di suino, di pecora, di pollo, ma anche di bovino. Essa viene cotta nelle maniere più diverse, anche se di solito si preferisce friggerla, arrostirla, farla alla brace o in umido.

Fondamentale è anche il pesce, soprattutto grazie alla disponibilità di delizie come il caviale e le trote.Sulle tavole rumene vanno molto di moda anche verdure e latticini. I formaggi più diffusi sono la branza de burduf, l'affumicato in scorza di abete e l'urda.

Per mangiare rumeno al meglio è necessario conoscere a fondo le abitudini di questa popolazione, che a livello culinario propone sempre delle soluzioni molto gustose. Soluzioni generalmente gradite dagli adulti, ma anche dai più piccoli.

CONTATTACI

Per maggiori informazioni compila la form sottostante e clicca su “Invia”.